Spagna batte Italia 1-0

per il gruppo B di cui fanno parte anche Albania e Croazia. Con questo risultato gli spagnoli sono già qualificati per gli ottavi di finale. Gli azzurri ora affronteranno la Croazia nell’ultima giornata del girone.

Una lezione di calcio. La Spagna si prende con merito il primo posto matematico nel girone, mentre l’Italia, battuta molto più nettamente dell’1-0 finale, dovrà conquistare gli ottavi lunedì contro la Croazia. Per tenerci il secondo posto (e non sperare di essere una delle migliori quattro terze) avremo a disposizione due risultati su tre a favore. In più, fortunatamente, di fronte ci sarà un avversario di un’altra pasta. Perché stasera gli uomini di De La Fuente ci hanno schiacciato sotto tutti gli aspetti e hanno ridimensionato le nostre ambizioni. Chi pensava di giocarsela alla pari con i maestri del tiqui taca è tornato sulla terra: la differenza in questo momento è abissale e chiudiamo i novanta minuti con un solo “tiro” nello specchio, a quattro minuti dalla fine con Cristante. Donnarumma è di gran lunga il migliore: è lui a evitare una goleada. Di Lorenzo si ricorderà a lungo dello scatenato Nico Williams, ma abbiamo perso praticamente tutti i duelli. A livello di singoli e di organizzazione di squadra. Altro che Spagna più verticale e meno di palleggio: ci hanno fatto ballare.

 

 

Spalletti: ‘Loro troppo più forti, hanno vinto meritatamente’  – “La differenza l’ha fatta la freschezza, loro molto più freschi di noi e noi spesso con letture ritardate. Una condizione generale che si è vista”. Così Luciano Spalletti, ‘a caldo’ dopo Spagna-Italia, ai microfoni di RaiSport. Ma che si poteva fare? “La chiave del problema è sempre la stessa – risponde il ct -, eravamo sotto livello per reazione, per accompagnare e per ritornare e riguadagnare la posizione. Loro erano più freschi – insiste Spalletti – e ci hanno creato problemi dal punto di vista della velocità delle scelte, e si è visto”. “Erano troppo più forti di noi, e hanno vinto meritatamente”, conclude il ct.

Donnarumma, ‘troppi errori,destino nelle nostre mani’  – “Abbiamo sbagliato troppi passaggi facili e messo poca qualità e siamo stati puniti dalla Spagna che di qualità ne ha tanta: così ai microfoni della Rai il capitano dell’Italia, Gianluigi Donnarumma. “Siamo arrabbiati – aggiunge – usiamo questa rabbia nell’ultima partita. Abbiamo il destino nelle nostre mani, con la Croazia riusciremo a portare a casa il risultato. Bisognava fare meglio anche se l’atteggiamento c’è stato ma bisognava fare molto meglio”, conclude.

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *