EX JUVENTUS, STENDARDO CATTEDRA E CAMPO IMPRESA CON LA LUISS

0

Docente LUISS dalla cattedra al campo Guglielmo Stendardo sta ottenendo risultati importantissimi con la squadra di eccellenza e si divide tra le lezioni di diritto sportivo e gli allenamenti

LA LUISS CALCIO è una società atipica. Fa parte di un’ associazione sportiva che prevede un progetto di dual career per oltre 300 studenti. 13 sport diversi, 19 squadre e diversi top atleti che conciliano sport e studio. Quello del football è un gruppo costituito da studenti- atleti capaci di essere innanzitutto una FAMIGLIA. E questo nei momenti di difficoltà, fa sempre la differenza. Quest’ anno il campionato di Eccellenza Lazio Girone A, ha manifestato e confermato un livello qualitativo altissimo ed un equilibrio che tutt’ oggi prevale sia in testa che in coda alla classifica.

 

Tantissime piazze importanti scelgono di puntare su calciatori esperti ed anche costosi. La LUISS Calcio, invece, investe nello sport emulando i college americani ovvero premiando attraverso delle esenzioni sulle tasse universitarie e su alcuni Master gli studenti- atleti che scelgono il percorso di dual career.

Francesco Di Ciommo (prorettoreLUISS con delega allo sport)

E’ una rivoluzione culturale che ha dato la possibilità a tantissimi studenti atleti di laurearsi e contestualmente, di giocare in un campionato di Eccellenza altamente competitivo. E questo avviene anche negli altri sport. Di sicuro, quest’ anno ci sono stati momenti difficilissimi, ma con tutto il gruppo, la squadra allenata da Guglielmo Stendardo, e’ riuscita a superare e a perseverare nel raggiungimento del proprio obiettivo. Ha dichiarato Stendardo:”Negli ultimi tre anni, i ragazzi sono stati semplicemente straordinari: un terzo posto, una Finale di Coppa Italia e la conferma della categoria anche per il prossimo campionato. Allo scorrere del tempo, resiste solo ciò che vale.

 

Andreea De Vincenzi (19 goal in campionato)

E ciò che vale  per tutti noi che rappresentiamo questo progetto così ambizioso, non sono soltanto i 149 punti fatti sul campo nelle ultime tre stagioni sportive.
Noi crediamo concretamente sulla formazione continua, sull’ evoluzione culturale e spirituale di tutti i ragazzi all’ interno del progetto e su tutti quei valori morali ed etici che lo sport rappresenta in tutte le sue sfaccettature.
Adesso godiamoci questo momento e chiudiamo al meglio il nostro campionato nel miglior modo possibile”.

 

Thomas calidori(classe 2006, il più giovane della squadra)

Le parole di Stendardo certificano la consapevolezza di aver portato ad un livello altissimo un gruppo di studenti in una categoria difficilissima come l’ Eccellenza, ma anche la certezza, rispetto al progetto, della fine di un ciclo che dovrà inevitabilmente subire una netta rivoluzione tecnica ed economica per il futuro del calcio in LUISS.
E questo, ancor di più, dopo la regola che abolirà dalla nuova stagione sportiva l’ obbligo per le società sportive di schierare gli under in campo.Sergio Vessicchio

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *