L’ARBITRO A CAGLIARI DISTRUGGE LA JUVENTUS MA NELLA RIPRESA I BIANCONERI RECUPERANO 2-2

0

Un primo tempo da incubo pe ril modo con il quale la Juventus ha approcciato alla gara, per un possesos di palla mediocre e pieno di lacune tanto da far aspettare il Cagliari e farlo ripartire. Ma soprattutto per un arbitro vergognoso capace di non dare un rigore su Alcarez, di darne uno inesistente al Cagliari per un fallo di mano inventato e per un goal annullato a Vlahovic. Il primo tempo si conclude 2-0 per il Cagliari per due calci di rigori perchè poi dopo pochi minuti il direttore di gara ne ha dato anche un altro ma questo c’era. 30′ – Gaetano contro Szczesny: Cagliari in vantaggio. Dopo pochi minuti il  raddoppio sempre dal dischetto.Spunto impressionante di Luvumbo che anticipa Szczesny, il portiere polacco lo stende e l’arbitro non può fare a meno di accordare il penalty, segna Mina. Poi viene annullato un goal a Vlahovic per un presunto fuorigioco di Chiesa che aveva fatto un cross al bacio per l’attaccante serbo il quale metteva in goal. Nel secondo tempo la Juventus si butta avanti e segna due volte prima su punizione con Vlahovi e poi con un autorete di Dossena dopo un forcing della Juventus. Finisce 2-2 la Juventus recrimina pesantemente con la direzione arbitrale ma deve ache rivedere tutto, gioca male e non ha un progetto tattico, si va avanti alla rinfusa. Sergio Vessicchio

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *