Con Soulé, giocare d’anticipo ha funzionato: il mancino è oggi una delle realtà più belle e sorprendenti della Serie A, fa magie con la maglia del Frosinone e spera di potersi giocare le proprie carte a Torino a partire dalla prossima stagione.

Barido ha la stessa nazionalità: è argentino. E, come Soulé, è destinato a conoscere il mondo Juve ben prima di tanti suoi colleghi, venendo comunque aggregato in un primo momento alle giovanili.

Barido è un classe 2008 (non 2009, come riportano in Argentina) e, dunque, non è ancora maggiorenne. Motivo per cui lascerà il Boca Juniors a parametro zero, non avendo ancora l’età per firmare il primo contratto da professionista.

Il ruolo? Quello del trequartista, sempre di moda in Argentina. Il classico enganche, maglia numero 10 sulle spalle e abilità da vendere con la palla tra i piedi. Soprattutto sul sinistro, il suo piede forte, con cui sa sfornare assist per i compagni ma anche calciare da fuori area.

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *