DOPPIETTA DI VLAHOVIC POI CHIESA BATTUTO IL SASSUOLO 3-0

0

Una doppietta di Vlahovic, due tiri da fuori dalla stessa posizione uno in movimento e un altro su punizione hanno aperto la strada alla Juventu, il terzo goal lo ha segnato Chiesa nel finale. I campioni della Juventus stanno ritrovando la convinvinzione  che il loro allenatore gli aveva tolto, quella di essere i più forte. La vittoria è tanto giusta quanto meritata costruito da Vlahovic supportato dalla squadra anche se non in maniera impeccabile lo ha sostenuto. La presenza di Yildiz ha cambiato la vecchia signora, le ha dato più frivolezza, più smalto, più spinta perchè il ragazzino non sta a sentire la panchina e mette in mostra tutto il suo spessore tecnico, tutto il suo talento naturale e le sue accellerazioni spingo la Juventus come una locomotiva.

Per un quarto d’ora non succede praticamente nulla, poi Vlahovic decide di mettersi in proprio e firmare il vantaggio: il serbo viene servito da Miretti al limite dell’area e con il mancino sorprende il portiere neroverde, non irresistibile nell’intervento. I bianconeri, però, invece di schiacciare sull’acceleratore cominciano ad arretrare e rischiano su una conclusione di Laurienté, respinta in tuffo da Szczesny.Vlahovic ha il piede caldo, lo conferma al 37′: Yildiz si conquista una punizione sulla trequarti, il classe 2000 supera la barriera e beffa nuovamente Consigli, rivedibile anche in questa situazione. La Juve chiude il primo tempo sul doppio vantaggio, Dionisi comincia la ripresa sostituendo Erlic, ammonito, con Tressoldi. La partita è stata sempre sotto controllo della Juventus. Nella ripresaBerardi ci prova dopo sette minuti ma non inquadra la porta. Le prime mosse di Allegri sono Weah e Chiesa per Miretti e Yildiz, i bianconeri abbassano la soglia dell’attenzione e subiscono una ripartenza pericolosa, c’è bisogno di una bella parata di Szczesny sul tiro di Berardi deviato da Danilo per salvare la porta.I neo-entrati Weah e Chiesa creano l’occasione per il tris, l’americano spara in curva da ottima posizione. Vlahovic si gode la standing-ovation dei 39mila dello Stadium, nel finale c’è gioia anche per Chiesa che firma il 3-0 e ritrova un gol atteso da un mese. La vittoria è meritata la quindicesima su 20 partita e nel mese di gennaio ha già segnato 15 goal, è questa la vera Juventus o quella del gollicino. Lo sapremo presto.Sergio Vessicchio

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *