LA JUVENTUS E LA NUOVA COPPA DEL MONDO SEMPRE PIU’ DIVISI STANNO LAVORANDO PER NON FARLA PARTECIPARE

0

Infantino interista presidente della Fifa e autore di questo nuovo frmato per la coppa del mondo per club la vecchia coppa intercontinentale. Si disputa ogni 4 anni e la Juventus sembra per il momento tagliata fuori dalla non presenza della champiosn league.

L’estate del 2025 vedrà l’inizio di una nuova competizione fortemente voluta dal presidente della Fifa, Gianni Infantino. Si tratta della nuova versione del Mondiale per Club, allargato a 32 squadre, che si disputerà negli Stati Uniti e avrà cadenza quadriennale. L’Uefa è la confederazione con più posti a disposizione: saranno dodici le squadre europee che prenderanno parte al torneo, mentre le sudamericane saranno 6; 4 i posti destinati ai club asiatici, a quelli africani, a quelli del Nord e Centro America; uno slot per l’Oceania e uno anche per il Paese ospitante. Due quindi i posti potenzialmente disponibili per le squadre italiane.

Stando alle linee guide approvate dal Consiglio Fifa nel marzo 2023 sono già dodici le squadre che sicuramente prenderanno parte alla Coppa del Mondo Fifa per club del 2025. Per Europa e Sudamerica si qualificano automaticamente le vincitrici delle quattro edizioni precedenti (2020/21, 2021/22, 2022/23 e 2023/24) di Champions League e Copa Libertadores. Gli altri posti destinati a Uefa e Conmebol saranno da “determinare in base a un ranking per club basato sullo stesso periodo per quattro anni“. Esiste tuttavia una limitazione: per ogni Paese potranno qualificarsi al massimo due squadre (sebbene con “un’eccezione nel caso in cui più di due club dello stesso Paese vincano la principale competizione per club della confederazione nel periodo di quattro anni”). La competizione dovrebbe cominciare il 15 giugno 2025 e chiudersi con la finale il 12 luglio. La partecipazione alla competizione garantirà introiti importanti ai club che riusciranno ad accedere. Non è stato ufficialmente annunciato il montepremi, ma si parla di più di 2 miliardi di euro da distribuire per le 32 squadre, anche in funzione del loro percorso nel torneo. Il Mondiale per Club potreb

Chelsea, Real Madrid e Manchester City sono già certe di prendere parte al Mondiale per Club 2025. Ecco che i posti a disposizione per le squadre inglesi potrebbero essere terminati, a meno che una tra Arsenal, Manchester United e Newcastle non vinca la Champions League di quest’anno. In caso di bis del City, del Real Madrid o del Chelsea, nessuno slot in più per le nazioni delle squadre vincitrici (“Nel caso in cui un club vinca due o più edizioni della principale competizione per club della confederazione durante il periodo 2021-2024, per garantire l’accesso verrà utilizzata il ranking dei club“).

La Uefa non ha indicato ancora ufficialmente le modalità di calcolo del ranking quadriennale, ma sembrerebbe che i punti ranking ottenuti nelle due competizioni minori (Europa e Conference League) non verranno presi in considerazione. Conteranno dunque solo i risultati in Champions delle ultime quattro stagioniPer quanto riguarda le altre confederazioni, sono già sicure di presentarsi negli States a giugno 2025 i sauditi dell’Al Hilal (dunque Neymar, Milinkovic-Savic e Koulibaly), i giapponesi dell’Urawa Reds, gli egiziani dell’Al-Ahly, i marocchini del Wydad Casablanca, le messicane Monterrey e Leon, gli statunitensi Seattle Sounders e le brasiliane Palmeiras e Flamengo.

L’attuale ranking europeo, costruito sulla scorta dei punti ottenuti dalla partecipazione alle ultime quattro edizioni della Champions League, vede il Bayern Monaco (90 punti) avanti a tutti, seguito dal Psg (70 punti) e dall’Inter (65). Appaiate Porto Borussia Dortmund (57), seguono il Lipsia (52, che però compete con i connazionali del Dortmund per un posto), l’Atletico Madrid (51 punti e una sola lunghezza davanti al Barcellona, con il quale si gioca l’altro slot spagnolo). Subito dopo c’è il Benfica a 49 e poi un’italiana: la Juventus a 47 a occupare l’ultimo posto attualmente utile.

A oggi il club bianconero per qualificarsi dovrebbe sperare nella vittoria della Champions da parte di una queste squadre che la precedono in questa graduatoria e, allo stesso tempo, che Milan, Napoli e Lazio non la scavalchino per prendersi il secondo posto riservato alle squadre italiane. I rossoneri al momento hanno 37 punti, gli azzurri 33 e i biancocelesti 24. Ogni vittoria aggiunge 2 punti e il passaggio agli ottavi dà un bonus di 4. Un punto in più per ogni passaggio del turno dagli ottavi in poi.

Champions, gli scenari: Milan, Napoli, Lazio e… Salisburgo

Con i due pareggi contro Newcastle e Borussia Dortmund (più i 4 punti per la partecipazione alla fase a gironi) il Milan ha accumulato 6 punti. Se la squadra di Pioli riuscisse a rimettersi in corsa e ad accedere alla fase a eliminazione diretta, supererebbe certamente la Juventus. Il Napoli sembra avere più possibilità di raggiungere gli ottavi e può sfruttare le gare di ritorno contro Union Berlino e Braga per provare a fare 4 punti (più la trasferta del Bernabeu, sulla carta meno agevole). Altri quattro arriverebbero dal passaggio agli ottavi, raggiungendo un’ipotetica quota 41. L’approdo della squadra di Garcia ai quarti con due vittorie agli ottavi porterebbe il conto a 46. Più complesso raggiungere quota 47 per la Lazio di Sarri, a cui potrebbe non bastare un percorso netto di vittorie. L’insidia maggiore per la Juventus sembra essere rappresentata dal Napoli, qualora riuscisse in una campagna europea dello stesso tenore della passata stagione. Anche se i bianconeri dovranno monitorare attentamente anche la corsa del Salisburgo (a 39 punti nel ranking, quindi a -8): non essendoci altre squadre austriache davanti in graduatoria, avrebbe campo libero, e con tre vittorie nelle restanti tre partite nel gruppo passerebbe il turno e scavalcherebbe la Juve nella classifica. Sin qui i ragazzi di Struber hanno vinto solo una gara e nel loro girone Inter e Real Sociedad sembrano avere chance in più per andare avanti.

 

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *