Credo di non essere il solo a chiedermi che razza di formazione quella sottospecie di pseudo allenatore schiererà a Udine alla prima di campionato. Immagino che nessuno si sia fatto impressionare dalle esibizioni viste in  amichevoli con avversari da “prego si accomodi”. In Friuli avremo la prova della verità, l’amichevole con l’Atalanta conterà anche lei, nel bene o nel male, come il due di picche. La cosa che incuriosisce maggiormente e preoccupa la gran parte dei tifosi e’ la composizione del centrocampo. Se in queste ridicole amichevoli sono stat schierati titolari MacKennie, Locatelli e Miretti siamo molto vicini a cio’ che vedremo a Udine, campagna acquisti ed esuberi permettendo. Un centrocampo così, secondo il mio modestissimo parere, e’ tra i più scadenti d’Italia. Se pensiamo che il centrocampo che dovrebbe essere titolare giace in infermeria siamo nella normalità assoluta. Rabiot e’ tornato già rotto dalle vacanze e qualcuno dovrebbe spiegarne il motivo o il perché, Fagioli sono già quattro mesi che si è rotta la spalla e non e’ ancora in grado di sopportare un contrasto deciso, di Pocba preferisco non parlare perché forse siamo su scherzi a parte, Rovella e’ quello che mi preoccupa di più perché ha sospeso la tournée americana ed è rientrato a Torino, ma e’ proprio di oggi la notizia che sta per andare alla corte di Sarri. Mi chiedo che razza di virus o che tipo di malattia mentale sia di casa alla Continassa. Il “cagon” sta aspettando ansiosamente il ciccione e l’unico che potrebbe lanciarlo in verticale negli spazi sarebbe proprio Rovella che ha nei piedi questo tipo di soluzione ma il livornese ovviamente non lo vede, non l’ha mai visto, né in campo né nella sua testa quindi ha subito avvallato la sua cessione. Del resto in un centrocampo di tali fenomeni il ragazzo non troverebbe spazio. Siamo sempre più una barzelletta, se MacKennie e’ un esubero e Miretti va a Monza o a Salerno chi rimane? Non è che parliamo di due fenomeni ma almeno fanno numero per cui datemi una risposta perché in infermeria ci sono ancora tanti posti liberi e come tutti gli anni batteremo il record degli infortuni così il fenomeno della panchina sarà costretto a buttare dentro qualche ragazzino in modo da farsi elogiare da quei quattro leccaculo sempre disponibili per lui. Nutro ancora qualche piccola speranza in Giuntoli che non credo sia diventato deficiente stando vicino ad Allegri ma purtroppo non vedo ancora la sua mano, neppure lontanamente. I tifosi hanno dimostrato come sempre l’amore per la squadra ma, grazie a Dio, hanno fatto sentire la loro voce in merito al problema Lukaku. Nessuno lo vuole ma, al di là del valore nullo della persona, come si può pensare che un colosso del genere possa arrivare e giocare subito? Questo, di suo, ci mette almeno tre mesi per entrare in una forma accettabile come ha sempre dimostrato, adesso e’ da maggio che non gioca, pare si stia allenando da solo, come arriverebbe a Torino? Tre giorni di allenamento, risentimento muscolare e in campo forse a novembre come e’ successo con tutti i nuovi acquisti da quando c’è Allegri e la sua banda di scienziati del muscolo. Ovviamente tutto questo l’ho scritto per scaramanzia perché il pensiero che il ciccione si accasi da noi mi fa venire l’orticaria e la nausea, per tutto questo mi basta Allegri. Avrei pensato di tutto ma mai arrivare a scrivere certe cose sulla Juve. Cosa siamo diventati?  Danilo Girardi 

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *