ALLEGRI COME LA PESTE BUBBONICA

0

Mg Napoli 13/01/2023 - campionato di calcio serie A / Napoli-Juventus / foto Matteo Gribaudi/Image Sport nella foto: Massimiliano Allegri

Non mi vengano a raccontare che l’ufficio stampa della Juve non è al corrente delle reazioni della grande maggioranza dei tifosi sulla questione Lukaku. Per lavoro ho avuto modo di collaborare con Alberto Refrigeri ai tempi della grande Juve di Paolo Rossi, Scirea, Tardelli e compagnia, i campioni del mondo ’82 in pratica e Refrigeri era capo dell’ufficio stampa: ebbene non sfuggiva nulla che riguardasse la Juve, manco un pelo, che si trattasse di sport o gossip, figuriamoci con i mezzi di oggi. I cuori bianconeri non vogliono il ciccione e non sto a dilungarmi sui motivi perché li sanno tutti. Il mio unico scopo e’ fare notare il menefreghismo della società nei confronti delle opinioni dei tifosi e la loro totale mancanza di rispetto per tutta la gente che ama la Juve e l’ha sempre dimostrato in tutti i frangenti, tristi, lieti o anche drammatici. Questa mancanza di rispetto e’ giocoforza legata all’incompetenza di questi personaggi che sono alla guida della società più amata d’Italia e anche in certi luoghi impensabili. Mi trovai in un paesino a venti km da Budapest in un negozio di souvenir e appesa alla parete di fronte un bandierone bianconero con su stampato ” Juventus Club Budapest”. Evito commenti su cosa avvenne quando seppe che arrivavo da Torino ed ero un super tifoso, mi chiedo unicamente cosa possa pensare questa persona assistendo da lontano allo sfacelo di questa società. Sarà anche esagerato parlare di sfacelo ma questi dirigenti dove credono di andare con questa politica? Come e’ possibile che non siano stati presi provvedimenti gia’ a fine campionato scorso quando comandavano ancora Agnelli e quel fenomeno in camicia aperta di Arrivabene, invece no, fiducia ancora per il genio della panchina che, poverino, per fare bella figura vuole i fuoriclasse come Di Maria e il padrone del centrocampo come Paredes. Vuoto a perdere Pogba che decide il suo destino di zoppo perenne cuccando un pacco di milioni senza mai giocare. Grazie alle capacità di Allegri abbiamo visto com’è andata, non riesco a ricordare tutte le minchiate fatte e dette da questo essere inutile. Non e’ bastato arrivare come peggiori delle terze in Champions e una serie interminabile di figuracce, no, anzi, fiducia illimitata nel livornese che sembra messo lì per portare la Juve nell’abisso. L’unica campagna acquisti doveva dare il benservito a questo individuo, se la Juve avesse uno studio legale non da operetta come e’ sempre stato dimostrato, credo che qualunque avvocato con i coglioni avrebbe chiesto i danni ad Allegri per una gestione fallimentare. Chiaro che non sono tutte sue le colpe ma se  schiero Chiesa terzino o rinnovo automaticamente il contratto a quell’ameba di Alex Sandro allora me le cerco, come mi cerco il fatto che i giocatori di maggior classe o se ne vanno o vogliono cambiare aria. Pochi ma semplici esempi, l’elenco sarebbe infinito.E io come legale del gruppo Fiat che e’  tra i più feroci su piazza non riesco a dimostrare che sei un inetto come sono inetti i tuoi collaboratori della salute fisica dei giocatori? Non so cosa potra’ fare Giuntoli per liberarci da questa peste bubbonica perché ho la netta impressione che la Juve stia vivendo una sorta di dittatura, sembra che nessuno sia in grado di ribellarsi di questo capestro quando sarebbe stato sufficiente cacciarlo, fare fuori gli esuberi pesanti che conosciamo, tenere i giovani per far fare esperienza e prendere un allenatore giovane, tipo Tudor o chi per esso, che privilegi il gioco. Trattandosi di un anno di transizione era un rischio che si poteva correre avendo una base più che solida come esperienza. Invece no, grazie Scanavino e a tutti quelli prima di te. Se arriverà Lukaku sarò uno dei milioni di juventini che si dimenticheranno della Juve con il cuore ferito. Come ho già scritto, uomini prima che calciatori. Conta qualcosa per voi? Danilo Girardi

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *