I TIFOSI DELLA JUVENTUS RINGRAZINO CIRO SANTORIELLO

0
Dobbiamo ringraziare il PM Ciro Santoriello perché ha ufficialmente sdoganato quella che fino a qualche giorno fa era considerata una mera teoria strampalata degli Juventini che si sentivano accerchiati immotivatamente, trasformandola in una chiara ed evidente presa d’atto di un accanimento sportivo giudiziario nei confronti della Juventus che si protrae ormai da troppo anni spesso alimentato da una certa passività da parte della dirigenza e della proprietà.
Dall’acciaio dello Stadium al calcio scommesse di Antonio Conte, passando per le inchieste sui rapporti tra società di calcio ed ultras, la vicenda dell’esame di Suarez, le plusvalenze ecc.
Indipendentemente da come andrà a finire questa patetica commistione tra tifo ed apparati dei vari ordinamenti, giudiziario, sportivo e politico resta la certezza che tutte le chiacchiere da bar di cui la Juventus è stata vittima in questi anni erano e restano appunto delle chiacchiere frutto di un clima avvelenato da chi cerca di delegittimare le vittorie della Juventus.
Santoriello ci ha spiegato che la magistratura, già sotto esame per le inchieste politiche ad orologeria, è soggetta non solo alle dinamiche dei diversi schieramenti politici ma anche a quelle più becere legate al tifo e all’antjuventinismo militante di cui Ciro Santoriello è solo l’alfiere.
Sono anni che denunciamo questo stato di cose passando per visionari.
Come dimenticare il famoso convegno organizzato a Napoli presso l’Universita Suor Orsola Benincasa nel 2018 per presentare un libro che raccoglieva i “favori arbitrali” pro Juve e l’influenza bianconera sugli arbitri alla presenza di professori e rettori, lo scrittore De Giovanni e tanti altri illustri personaggi della Napoli bene accomunata da un unico comun denominatore.
Per cui oggi ringraziamo Ciro Santoriello per aver squarciato il velo di ipocrisia ed aver palesato a tutti il modus operandi di certi strati della magistratura. Paolo Scola

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *