SANTORIELLO NIENTE UDEINZA PRELIMINARE MA NON CI DOVREBBERO ESSERE ANCHE GLI ALTRI DUE

0

Il 27 marzo, nell’udienza preliminare presso il gup Marco Picco che dovrà decidere sul rinvio a giudizio di 12 ormai ex dirigenti juventini (e la società per responsabilità amministrativa), fra i quali il presidente fino allo scorso novembre Andrea Agnelli, il pm Ciro Santoriello non ci sarà. E non perché un provvedimento glielo vieterà ma semplicemente per ragioni di opportunità. Le frasi del 2019 all’insegna del “tifo Napoli e odio la Juve” pronunciate in un convegno non inficiano, questa è la convinzione della procura della Repubblica, la correttezza e la legittimità dell’istruttoria (anche se la Juve potrebbe chiedere la “remissione”), ma è chiaro che si potrebbe evitare una situazione imbarazzante su un tema calcistico, tradizionalmente materiale molto infiammabile. D’altronde i PM dell’indagine Prisma sono tre e quindi l’accusa per argomentare la richiesta di rinvio a giudizio e quindi il processo penale sarà esercitata da Mario Bendoni e Marco Gianoglio. Il primo peraltro è anche un appassionato di calcio è un discreto giocatore che fa parte della squadra della Procura di Torino.

È probabile dunque che Santoriello non compaia in udienza anche se né il pm né il capo della procura hanno voluto rilasciare finora dichiarazioni. Naturalmente non è in discussione il diritto anche di un magistrato di poter avere una squadra del cuore. Il problema è il linguaggio e le parole usate. Ma qualcuno ricorda un altro intervento di un sostenitore dichiarato del Napoli, il procuratore della repubblica di Perugia (e in passato numero 1 dell’Authority anti corruzione) Raffaele Cantone, che peraltro con la Juve ha avuto a che fare ai tempi dell’esame di Suarez. Eravamo nel 2018. Cantone partecipò a un convegno all’università Suor Orsola Benincasa su “campionato di calcio e stato di diritto”. E rivolse un invito ad abbassare i toni e a prendere il calcio soprattutto come un gioco: “Sono un tifoso del Napoli e un amante di questa bellissima città. A me non piace gufare le altre squadre, non ero contento quando la Juventus ha preso gol all’ultimo minuto contro il Real Madrid. Sono un tifoso delle squadre italiane quando giocano in coppa, a me piace il calcio in generale”. Toni e parole decisamente diverse da quelle usate da Santoriello.

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *