JUVENTUS L’INCHIESTA PRISMA PER IL MOMENTO RIMANE A TORINO LA CASSAZIONE SI DICE INCOMPETENTE

0

La Cassazione respinge la richiesta di spostare a Milano l’inchiesta che la procura sta portando avanti contro la Juventus per cui ora si procede ancora dal tribunale di Torno. La Procura generale della Corte di Cassazione ha  dichiarato inammissibile l’istanza dei legali del club bianconero per far spostare i faldoni a Milano, città dove ha sede la Borsa. Il verdetto è stato motivato dal fatto che alla data di presentazione dell’istanza è intervenuta la richiesta di rinvio a giudizio per i 12 imputati formulata da parte dei magistrati torinesi, che ha così chiuso la fase delle indagini preliminari. Il discrimine  è capire dove si sarebbe consumato il reato più grave, quindi la presunta manipolazione del mercato borsistico. Ora sarà il giudice dell’udienza preliminare, quando verrà fissata, a dover decidere sulla competenza territoriale. Nell’ambito dell’inchiesta, gli ex vertici della Juventus sono accusati di falso in bilancio aggiotaggio per tre esercizi dal 2019 al 2021.

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *