JUVENTUS-SALERNITANA NON SI PUO’ RIPETERE MA ORA SPUNTA UN COMUNICATO DELL’AIA

0

Dubbi sul fuorigioco di Bonucci in occasione del goal annullato a Milik al 94′: la partita si può ripetere in caso di errore del VAR accertato?

Le polemiche non si placano. All’indomani del pari tra Juventus Salernitana continua a far discutere la scelta del VAR di annullare il goal di Milik per fuorigioco al 94′. La rete che aveva fatto esplodere l’Allianz Stadium con la rimonta completata dallo 0-2 del primo tempo al 3-2.

L’arbitro Marcenaro ha annullato il goal del polacco – espulso dopo essersi tolto la maglia e aver rimediato il secondo cartellino giallo – a causa di un presunto fuorigioco di Bonucci, considerato nella traiettoria del colpo di testa dell’ex Napoli e Marsiglia. Una decisione arrivata dopo l’on-field review su suggerimento del VAR, Banti, assistito da Meli.

Le immagini, però, evidenziano la posizione di Candreva: il centrocampista classe 1987 potrebbe tenere in gioco Bonucci nel momento in cui Milik impatta il pallone e lo manda alle spalle di Sepe.

Quello accaduto all’Allianz Stadium è un episodio simile a quanto successo nella passata stagione in occasione della sfida tra Spezia e Lazio. In quel caso fu convalidato dal VAR un goal di Acerbi in posizione di offside, un chiaro ed evidente errore dell’arbitro addetto al monitor e del suo assistente.

Constatata la svista oggettiva, Spezia-Lazio non è stata in ogni caso rigiocata: il protocollo prevede che errori commessi con l’utilizzo della VAR non possono portare alla ripetizione della partita e nemmeno all’errore tecnico.

Anche nel caso in cui dovesse essere accertato che Candreva teneva in gioco Bonucci, Juventus-Salernitana non sarà dunque rigiocata.

Proprio come è successo anche dall’altra parte del mondo, in Copa Libertadores: l’errore nel match tra Cerro Porteño e Fluminense è costato la sospensione a tempo indeterminato dei direttori di gara, con la CONMEBAL che ha respinto la richiesta ufficiale del Cerro Porteño di ripetere la gara dopo il goal di Boselli.

L’errore di Banti e Meli, VAR e AVAR nel sestetto guidato dall’arbitro Marcenaro, è considerato umano e puramente di valutazione, caso in cui il protocollo non prevede la ripetizione della partita ma ora spunta un comunicato e l’errore non sarebbe umano.

L’AIA ha diffuso questo comunicato dopo Juve Salernitana: «In merito all’episodio relativo a Juventus-Salernitana e a un video diffuso al termine della gara da prima in rete e poi ripreso da molti mezzi di informazione, l’AIA tiene a precisare quanto segue:

  1. L’Organo tecnico della CAN ha visionato tutte le immagini messe a disposizione del VAR e dell’AVAR per la gara in oggetto non riscontrando alcuna corrispondenza con il video in questione;
  2. L’organo tecnico della CAN ha anche chiesto espressamente alla società che fornisce il servizio tecnologico per la VAR, se la camera in questione definita tattica fosse a disposizione degli addetti al VAR per la gara disputata allo Juventus Stadium. La risposta che veniva fornita è che la camera non era a disposizione del VAR pertanto non fruibile dagli arbitri. Con quanto precisato siamo convinti di aver fatto chiarezza sull’episodio occorso».

Quindi se l’errore non può essere umano per il quale la partita non si ripete può essere ripetuta nel caso venisse accertato che è tecnologico.

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *