DA TEVEZ A DI MARIA PASSANDO PER POGBA

0
Allegri: “Quest'anno nessuno superiore alla Juve. Dybala? È divino, ma si è  sentito come Messi”

L’addio al calcio di Carlitos Tévez sembra fatto apposta per pungolare certi ricordi e fare tristi paragoni con quella che era la nostra storia di non troppi anni fa quando si andava ancora a testa alta, fieri dei nostri ragazzi e della società. Francamente è sconcertante capire o tentare giudizi su cosa sta avvenendo intorno alla Juve, la speranza rimane quella che la nostra dirigenza abbia mantenuto uno stile di cammino a fari spenti come ai vecchi tempi non facendo uscire un capello dalle trattative in corso nella campagna acquisti. Se fossero vere anche solo in parte tutte le notizie che si leggono sui vari quotidiani cosiddetti sportivi la Juve è trattata alla stregua di quelle riviste di gossip che narrano le avventure comico-sessuali delle varie Alba Parietti o Valeria Marini o di certi tristi personaggi del Grande Fratello. Non si possono leggere tutti i giorni di decine di trattative, la strada è tracciata, c’è un accordo di massima, è quasi fatta ma manca un dettaglio, questo è il profilo giusto, Allegri lo vuole a tutti i costi, l’accordo c’è ma manca un particolare e potrei continuare per ore. Quelli che però fanno sbellicare dalle risa sono quelli in cui si parla di Allegri che vorrebbe quel giocatore o quell’altro per la nuova impostazione tattica che vuol dare alla squadra. Qui non riesco a trattenermi: ma che impostazione tattica può dare il nostro amatissimo allenatore che è solo e sempre vissuto di improvvisazione, di baraonda tattica, solo e sempre di colpi dei nostri campioni tipo quelli di Tevez di cui parlavo prima? Chiunque capisca un po’ di calcio si rende conto che certi articoli arrivano da mani e teste sottratte a mestieri molto più umili. Io francamente, in questa fase dove pare che almeno un paio di trattative siano in dirittura d’arrivo, vorrei vedere qualche obbiettivo di gente normale, di età giusta, con garanzia fisico atletica, con profili dove si possa vedere anche l’intuito dei nostri osservatori che viene sistematicamente frustrato dal nostro guru che i giovani li vede solo per i minuti di ricupero, Miretti a parte, ma lì ci è stato costretto altrimenti il buon Danilo avrebbe continuato a fare il centrale di centrocampo. Il discorso Pocba non può che rallegrarci, chi di noi non ha voluto bene a questo ragazzo con tutti i numeri che ci ha regalato, ma adesso come arriva? Non mi pare che in questi anni abbia fatto sfracelli per vari motivi, specialmente quelli fisici e noi possiamo permetterci di correre un rischio simile visto che da noi anche chi arriva sano finisce sempre rotto grazie ai nostri pregevoli preparatori? Figuriamoci se uno è soggetto a infortuni di suo cosa succede nelle mani di questi qua? Evidentemente le esperienze servono a nulla, Ramsey insegna.

Il discorso Di Maria e molto diverso, è chiaro che a questo qua della Juve non frega assolutamente nulla anche se, quando arriverà, se arriverà, giurerà amore eterno a Madama. È fuori discussione la qualità di questo giocatore e non fa testo la prova dell’altra sera contro i nostri due pensionati che ha resi ridicoli in più occasioni, ma la tipologia di contratto che lui pare pretendere, quello di un solo anno, è assolutamente inaccettabile. Il mio parere è che alla fine non farei neppure il contratto di due anni: ma che programmazione è mai questa, puoi essere anche il padreterno ma a 34 anni cosa puoi ancora darmi, specialmente nell’ anno dei mondiali dove farai di tutto per non infortunarti correndo meno rischi possibili? Conosciamo tutti cosa avviene nei periodi premondiale. Sono sconcertato e per limitare la mia confusione dovrei fare a meno di leggere certi articoli o vedere i tg sport di varie emittenti perché solo il pensiero di rivedere lo stesso sfacelo dell’anno passato con gli stessi disastri e i discorsi demenziali di Allegri mi fa venire la depressione. Vorrei tanto sbagliarmi e se sarà così sarò il primo ad ammetterlo.Sempre forza Juve. Danilo Girardi 

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *