CASSANO UN FALLITO, MALEDUCATO, IGNORANTE, UNA CAPRA SI E’ MESSO A FARE L’OPINIONISTA

0

Da un po’ di tempo a questa parte si è svegliato un personaggio mediocre e si è messo a fare l’opinionista, di chi stiamo parlando? Facile, di Antonio Cassano la cui incompetenza va di pari passo con la sua presunzione. Cassano è un triste personaggio noto a tutti purtroppo, mediocre e fallimentare come calciatore, maleducato e ignorante come una capra nella vita di tutti i giorni, sopravvalutato da sempre fuori ogni misura ma pompato e sospinto da qualche amichetto della stampa (vero Pierluigi Pardo?), si è costruito un personaggio che però non sa interpretare, non lo fa bene perché gli strafalcioni sono all’ordine del giorno, le “Cassanate” (che fa rima con altro) sono trionfi di cialtroneria pura inscenando il solito siparietto degno del migliore circo Orfei. Quando parla Cassano bisognerebbe avviare la sigla del circo in sottofondo e apporgli un bel naso rosso da clown in faccia, acquisirebbe sicuramente più autorità e credibilità, si metterebbe a nudo. Questo analfabeta funzionale depensante pensa di essere il depositario della verità, pensa che ogni cassanata che dice sia il vangelo, quando invece non riconosce la sua incapacità e la sua manifesta incompetenza in materia calcistica. Fin da giocatore grazie a un gol che fece contro una malandata Inter ha campato di rendita fino a fine carriera per poi FALLIRE sistematicamente ovunque è andato. Non si è mai capito che ruolo avesse in campo e dove farlo giocare, lento, grasso, macchinoso, a Roma fu cacciato a calci in culo, al Real Madrid lo misero a pulire gli spogliatoi e a comprare le merendine a Ronaldo, alla Sampdoria pure fu cacciato in malo modo, stessa sorte al Milan e all’Inter dove collezionava panchine su panchine. In nazionale invece i risultati non erano diversi, ogni volta che c’era Cassano l’Italia non ha mai superato i gironi di qualificazione, e se i numeri sono tutto nel calcio quelli di Cassano sono impietosi. Dopo aver rinnegato Bari la sua terra di origine, e aver sputato addosso a gente che gli ha dato tanto come Sensi e Garrone, negli anni si professava interista sfegatato, però dovrebbe spiegare perché quando viene intervistato non parla mai di come esultó con il Milan quando fece gol su rigore all’Inter in un derby, alla sua squadra del cuore, togliendosi pure la maglia per festeggiare? Perché non spiega questo ai suoi fans interisti di come gli esultó in faccia?? La verità è che Cassano al di fuori della sagra della porchetta non dovrebbe parlare di altro, di calcio non capisce niente e il paragone e il rosicamento che prova per Cristiano Ronaldo lo rode da dentro perché CR7 è tutto ciò che lui voleva essere e non è stato, sia come calciatore che come uomo.

Ma sulla BoboTv con altri personaggi discutibili come il filosofo Adani (altro personaggio uscito dall’uovo di Pasqua) è abile a sparare cazzate, ops cassanate, contro tutto e tutti e a leccare il culo a Messi solo per avere qualche biglietto e qualche maglia da regalare ai figli. Parliamo di un personaggio che ha avuto le qualità di litigare con il mondo intero e forse anche con sé stesso, con Fascetti, Capello, Del Neri, Mazzarri, senza dimenticare i presidenti e compagni di squadra che lo vedevano come una caricatura vivente e che lo utilizzano da pagliaccio proprio come fanno Vieri e Adani. Dopo essere stato cacciato da tutte le televisioni, perché una persona che non sa parlare in italiano non può stare in televisione, ormai trova sfogo della sua repressione e dei suoi insuccessi sulla BoboTv dove spara raffica di stronzate a mitraglietta contro tutto e tutti solo per attirare l’attenzione, il personaggio è questo. Mediocre è fallimentare nel calcio e nella vita, mediocre e fallimentare come opinionista. Confidiamo nel padel. Sergio Vessicchio

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *