Juve possibili colpi alla Higuain

La potenza di fuoco di cui parla Beppe Marotta è la somma di ammortamenti per i cartellini (prezzo dei giocatori diviso per il numero di anni di contratto) e degli ingaggi lordi che la Juventus può sostenere per mantenere un sostanziale equilibrio di bilancio. Più ricavi, più la potenza di fuoco aumenta e si può alzare il tiro su campioni più cari e ingaggi più pesanti. Ecco perché la Juventus è arrivata, gradino dopo gradino, a permettersi Higuain, per esempio. E il processo diventa presto un circolo virtuoso: acquistando il campione si aumenta il fatturato (vittorie, sponsor, marketing, biglietti) e quindi si può prendere un altro campione che a sua volta aumenta il fatturato e via così.

La Juventus sembra proprio aver avviato questo giro che non ha solo implicazioni finanziarie, ma anche psicologiche, perché i campioni sono attratti dagli altri campioni e vanno più volentieri dove ce ne sono già. Come dire: anche se qualche anno fa la Juventus avesse avuto i soldi, sarebbe stato più difficile convincere un big, ora il big si sente lusingato dall’interesse della Juventus. Quando si inceppa il meccanismo? Se toppi clamorosamente il big, se incappi in un anno tutto storto, se sbilanci troppo il monte ingaggi, ma dopo un po’ di tempo, vedi Real e Barça, diventa virtualmente impossibile incepparsi.

About Author